Banche: De Bortoli a Renzi, nessuna ossessione personale

Adjust Comment Print

Sulla legge elettorale "io spero che ci sia un principio fondamentale: che il cittadino possa decidere liberamente e che a quella scelta corrisponda la possibilità di governare".

Il segretario del Pd Matteo Renzi, in un'intervista al Foglio si lancia contro l'ex direttore del Corriere della Sera che nel suo ultimo libro ha parlato di contatti di Maria Elena Boschi con Unicredit per l'acquisizione di Banca Etruria. Nell'intervista Matteo Renzi ha parlato più approfonditamente della presunta ossessione di Ferruccio De Bortoli nei suoi confronti, spiegando che potrebbe essere legata al mancato ingresso nel cda Rai: "Essere bocciato da una commissione parlamentare non è piacevole". "Mi aspetterei da Renzi che chieda scusa al collega del Corriere che" a Forte dei Marmi "stava facendo il suo lavoro e alloggiava nell'hotel". "A me ed al Pd conviene votare a fine legislatura, tra febbraio e maggio del prossimo anno". Secondo Renzi, poi, "che Unicredit studiasse il dossier Etruria e' il segreto di Pulcinella". Siamo stati molto duri con tutti. "Io penso di sì", risponde Renzi: "il Pd è l'unico grande partito di governo che esiste in Italia" e "la scissione ha lasciato una traccia emotiva vera e profonda nei cuori di qualche militante ma a livello elettorale non ci ha danneggiato". "Voglio che vengano fuori i fatti veri - ha detto Renzi - perché le persone oneste non devono avere paura di nessuno e non hanno niente da temere dalla verità". Se vogliamo parlare delle banche, parliamone.

Ferruccio de Bortoli al centro della polemica politica e finanziaria.

LA REPLICA DI DE BORTOLI - Non si è fatta attendere la replica del diretto interessato, che ha rimandato al mittente le accuse di astio personale: "Segnalo all'ex premier che avendo detto due volte no alla proposta di fare il presidente, non era tra le mie ambizioni essere eletto nel cda della Rai", ha detto.

Renzi, ottenuta flessibilità ma ancora non basta "Abbiamo portato a casa la flessibilità e un po' di investimenti, ma ancora non basta". Ha detto falsità sulla vicenda dell'albergo in cui ero con la mia famiglia. "Credo finirà così", ha detto il segretario del Pd. "In ogni caso - aggiunge - se riusciamo ad accogliere l'appello di Mattarella e fare una legge che aiuti davvero la governabilità e il maggioritario per me è meglio". Ma purtroppo non fa parte di un partito che ha molti voti. E' importante. Si può perdere un voto ma non la salute dei figli. "E gli faccio i miei migliori auguri per il suo libro che uscirà a breve".

Comments