Ubi Banca, taglio di 140 filiali: 1500 esuberi, un terzo del personale

Adjust Comment Print

Un insieme di informazioni che piace al mercato, che acquista a piene mani l'azione (segui il titolo in diretta). Dico solo che dei 4.570 obbligazionisti travolti dal ciclone del decreto salva-banche oltre 3.000 sono ancora oggi nostri clienti. Così, Roberto Nicastro presidente delle good bank, risponde, in un'intervista all'ANSA, ad una domanda sulla possibilità che la politica abbia 'messo bocca' nelle sue scelte o decisioni alla guida degli istituti ceduti a Ubi. I crediti deteriorati sono a 12,4 miliardi (lordi) e 7,96 (netti), in continua discesa sia rispetto a dicembre 2016 che a marzo 2016. A operare, sotto la guida di Bankitalia, è stato il Fondo di risoluzione, mentre un ruolo decisivo - acquistando ben 2,2 miliardi di crediti in sofferenza - l'ha giocato il fondo Atlante.

NUOVE NOMINE - Ieri si sono riuniti i cda delle good bank acquisite e di Banca Federico del Vecchio a seguito dei quali sono state definite le nuove cariche consiliari. Per tutte la sede legale si trasferisce a Bergamo fino alla fusione in Ubi, si prevede entro l'inizio del 2018.

Certo, le dichiarazioni di UBI Banca sui licenziamenti (uscite) non sono giunte improvvisamente: era ovvio che nell'ambito dell'attesa riduzione dei costi delle good bank da qualche parte si dovesse iniziare. Una volta predisposta l'integrazione, le tre banche finiranno nella banca unica nata a febbraio dal consolidamento delle banche rete di Ubi, e qui partirà il lavoro per l'efficientamento, che partità da un cost/income superiore al 100%, visti i ricavi di 328,4 milioni e i costi operativi di 383,4 milioni a fine settembre 2016.Presentando l'operazione, a gennaio il ceo Victor Massiah aveva parlato di "impatto positivo sulla redditività ordinaria del gruppo", prefigurando - tra risparmi, sinergie di vendita e minor costo del funding - un apporto pari a 100 milioni di utili nel 2020, tale da generare un ritorno del 25% rispetto all'aumento da 400 milioni, atteso nei prossimi mesi.

Ora il piano industriale Ubi Banca prevede una crescita dei proventi operativi da circa 3,4 miliardi di euro a 3,8 miliardi entro il 2020. "In caso di licenziamento, pronti alla protesta", dicono.

I 'nuovì tagli dichiarati da Ubi Banca nelle tre good bank si avvicinano infatti al migliaio di unità, in quanto dei 1.569 esuberi dichiarati più di 500 sono già stati oggetto di accordi sindacali nelle tre banche.

Ubi Banca ha chiuso il primo trimestre del 2017 con un utile netto consolidato a 67 milioni di euro, in crescita del 59,4% rispetto ai 42,1 milioni del primo trimestre del 2016.

Comments