Dal Build 2017 arrivano tante novità Microsoft legate ad Android

Adjust Comment Print

L'ampio programma del Build 2017 prevede anche due importanti keynote per oggi 10 maggio e domani 11 maggio alle ore 17:00 italiane, presentazioni alle quali parteciperanno rispettivamente Satya Nadella, che presumibilmente annuncerà le novità legate ai servizi Microsoft, e Terry Myerson, che salirà sul palco nel keynote di domani introducendo le tante novità in arrivo su Windows 10 e per l'intera piattaforma.

La prima giornata di Build 2017 di Microsoft, l'annuale conferenza dedicata agli sviluppatori, si è focalizzata sui nuovi strumenti e servizi che consentono agli sviluppatori di modernizzare le applicazioni esistenti e di crearne di più intelligenti, compatibili con ogni piattaforma. È stato un keynote diverso da quello delle Build precedenti: quello che Nadella e i suoi colleghi hanno provato a fare è stato dare una visione agli sviluppatori, fornirgli delle direttrici verso cui muoversi per migliorare e arricchire le proprie competenze. Nel contempo il dirigente ha sottolineato ancora una volta che il futuro del gruppo sarà costruito in particolare grazie a tecnologie per il Cloud e l'AI. È un po' il simbolo che riassume l'approccio tenuto da Microsoft: quella che una volta era un'azienda profondamente divisa all'interno, che portava avanti singole unità operative in modo nettamente separato da tutte le altre (in certi casi le divisioni erano in competizione diretta tra loro), oggi cerca di mettere a fattor comune tutta la propria tecnologia e le proprie risorse. Gli sviluppatori usufruiscono di una flessibilità incredibile con l'unico servizio di banca dati schema-free, che supporta le opzioni NoSQL più diffuse e offre cinque opzioni di coerenza ben definite con contestuale autoindicizzazione di tutti i dati. Si tratta del primo servizio di banca dati multimodale del settore a distribuzione globale destinato a fornire scala orizzontale con uptime garantito, efficienza, coerenza e latenza di 1 millisecondo al 99° percentile. Un risultato ottenuto combinando diversi strumenti presenti nel portfolio Microsoft, da Office in versione cloud (Office 365) agli strumenti e i servizi offerti tramite la nuvola di Azure.

Per gli sviluppatori arriva Visual Studio 2017 per Mac, che consente agli sviluppatori di lavorare con continuità tra ambienti Windows e Mac con un supporto completo per carichi di lavoro su cellulari, web e cloud, e anteprime degli strumenti Docker, delle Funzioni Azure e del supporto Xamarin.IoT. Gli sviluppatori possono arricchire app e Bot con funzioni di intelligenza anche personalizzata con specifiche soluzioni nei campi ottico, linguistico, cognitivo e di ricerca. Voi che cosa ne pensate dell'assistente Microsoft? Alcuni servizi sono: Bing Custom Search, Custom Vision Service, Custom Decision Service e Video Indexer. I developer possono creare Bot per lei e pubblicare le nuove abilità attivate su un framework dedicato.

Azure Batch AI Training è invece una nuova offerta targata Azure, disponibile solo in anteprima riservata, che consentirà a sviluppatori e data scientist di configurare un ambiente applicando determinati parametri e di eseguire i modelli avvalendosi di varie CPU, GPU e, finalmente, anche di gate array programmabili dall'utilizzatore.

Comments