Raggi contro la Juve: "Sanno come mettere pressione all'arbitro"

Adjust Comment Print

E' tutto pronto per il secondo atto della sfida di semifinale di Champions League tra Juventus e Monaco.

QUI MONACO. Jardim risponde col suo solito 4-4-2.

Il 2-0 di Montecarlo firmato Higuain spiana alla Juventus la strada verso la finale di Champions League.

Da mesi la Juventus sembra essere in grado di dominare qualsiasi partita, e di riuscire a raddrizzare le poche che iniziano in maniera storta.

A meno di cambiamenti improvvisi per le due squadre, le formazioni che vedremo in campo saranno le titolari che abbiamo già conosciuto nella partita di andata. Juventus-Monaco è una sfida che vale la finale di Champions League: la squadra che passerà stasera affronterà nella finalissima la vincente tra Real Madrid e Atletico Madrid ( dopo il risultato dell'andata il passaggio di turno della squadra di Cristiano Ronaldo sembrerebbe scontato ma non si può mai sapere). "Serve calma - ha concluso il mister livornese - ora per prima cosa pensiamo a raggiungere la finale di Champions". La partita non è facile, ma è inevitabile per i tifosi e club iniziare a pensare all'impresa del triplete, avendo quasi la certezza matematica dello scudetto e una finale di Coppa Italia da disputare contro la Lazio. La Juve di Massimiliano Allegri ha eliminato il Monaco di Jardím anche nei quarti nel 2014/15. I francesi provengono dalla vittoria per 0-3 sul campo del Nancy e nella classifica di Ligue 1 sono al primo posto a quota 86, a +3 dal Paris Saint Germain e con una partita da recuperare. "Sono una squadra esperta e cattiva".

In vista del ritorno odierno in casa, Allegri ha tenuto a riposo il prezioso terzino ex Barça e ha usato il Pipita solo nell'ultima mezzora per raddrizzare un derby di Torino che si stava facendo pericolosamente insidioso. La gara sarà visibile anche in streaming live da pc, smartphone e tablet grazie all'applicazione Mediaset Connect (solo per abbonati Premium).

JUVENTUS (3-4-2-1): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Dani Alves, Pjanic, Khedira, Alex Sandro; Mandzukic, Dybala; Higuain. Sopra ci sono appesi i poster di due grandi attaccanti come Dybala e Higuain. L'allenatore portoghese potrebbe riproporre lo stesso undici che ha perso allo Stade Louis II: davanti a Subasic giocheranno Dirar, Glik , Jemerson e Sidibé.

Comments