Ora l'attenzione di Zuccaro si sposta dalle Ong alla mafia

Adjust Comment Print

"Voglio ribadire che l'obiettivo delle indagini non sono le Ong, ma i trafficanti, criminali autori di violenze inaudite, ed alcune recenti modalità del traffico li stanno favorendo". Per chiarire il concetto Zuccaro ha anche detto che che l'intento non è "perpetuare quella criminalizzazione delle Ong, alle quali va la mia espressione di solidarietà" per la loro attività.

Il procuratore di Catania Carmelo Zuccaro, in audizione alla Commissione Antimafia, ritorna sulla vicenda Ong-migranti. Quanto alla proposta di personale giudiziaria sulle navi, "non se ne parla", dicono, "non è questo il nostro compito". Nella sua relazione il procuratore ha chiarito anche che dalle indagini al momento non risultano "rapporti diretti tra mafia e gruppi di criminalità organizzata che controllano il traffico dei migranti". Ebbene, nella nuova audizione in Commissione antiMafia tenutasi questa mattina, il procuratore di Catania ha rincarato la dose con nuove importanti dichiarazioni: "C'è una massa di denaro destinata all'accoglienza dei migranti che attira gli interessi delle organizzazioni mafiose e dico questo sulla base di alcune risultanze investigative", sono le parole riportate dall'Ansa in seguito alla Commissione.

Comments