De Bortoli contro Boschi Le richieste a Unicredit

Adjust Comment Print

Nel 2015, quando era ministra delle Riforme, Maria Elena Boschi avrebbe giocato un ruolo in prima persona per tentare il salvataggio di Banca Etruria, istituto di credito del quale il padre di Boschi, Pier Luigi, era vicepresidente, e che è stato in seguito messo in risoluzione nel 2015, insieme a tre altre banche (Banca Marche, CariFerrara, CariChieti), con un intervento del governo.

Affermazioni smentite dalla sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio su Fb: "La storia di Banca Etruria - sostiene viene ciclicamente chiamata in ballo per alimentare polemiche".

"Nel 2015 Maria Elena Boschi chiamò l'amministratore delegato di Unicredit Ghizzoni chiedendogli di comprare Banca Etruria, la banca dove suo padre era vice-presidente". Ho incontrato Ghizzoni come tante personalità del mondo economico e del lavoro ma non ho mai avanzato una richista di questo genere. Ecco quanto scrive De Bortoli, ex direttore del Corriere della Sera, nel suo libro "Poteri forti (o quasi)".

"Dovrebbe dimettersi all'istante dopo aver chiesto scusa agli italiani - rincara la dose Alessandro Di Battista -". E domani il M5S fara' il punto alla Camera dei Deputati sulle rivelazioni del libro di De Bortoli.

Maria Elena Boschi, letti i passi del libro di De Bortoli, è passata al contrattacco. "Solo fango su di me, ho affidato la pratica ai legali per tutelare il mio nome e il mio onore". All'epoca della mozione di sfiducia di un anno e mezzo fa parlai esplicitamente di un conflitto di interessi potenziale. "E valuteremo anche possibili azioni sul fronte giudiziario": così il M5s sul blog di Grillo dove attacca: "Il governo 'Renziloni' non è adeguato a mandare avanti il Paese in un momento così difficile, anche in considerazione del peso enorme che la sottosegretaria, a colpi di circolari accentratrici, continua ad avere nell'esecutivo attuale". Una tesi forte, importante e che immediatamente scatena le opposizioni.

L'attacco leghista. Matteo Salvini leader del Carroccio chiede un passo indietro della Boschi e dichiara: "Subito le dimissioni. Se non c'è chiarezza l'unica strada sono le dimissioni". "È vergognoso e strumentale l'attacco M5s a Boschi - dice - teso unicamente a coprire i disastri di Roma o l'inchiesta sulle firme false a Palermo. Si occupino dei problemi della gente e non di fare gli aspiranti pm visto che non hanno nè i criteri morali nè le capacità giuridiche". "Capisco i loro problemi.".

Comments