18enne si spara per gioco con pistola del padre, grave

Adjust Comment Print

Il triste episodio è accaduto nella tarda serata di ieri in un'abitazione di Cusciano, frazione di Montorio al Vomano (Teramo). Sono stati proprio gli amici a chiamare i soccorsi cercando di prestare le prime cure all'amico. Sembra che il 18enne abbia cominciato a giocarci puntandosela alla testa, probabilmente non sapendo che aveva un colpo in canna. Quando ha premuto il grilletto il proiettile è uscito colpendolo alla tempia.

A quanto riportato da una nota dell'Ansa, il giovane è stato sottoposto a un intervento chirurgico di oltre quattro ore all'ospedale 'Mazzini' dove è ricoverato nel reparto di rianimazione, in coma farmacologico, con riserva di prognosi. E' costato caro a un ragazzo di Teramo sottrarre di nascosto la pistola al padre. Le sue condizioni di salute sono disperate. Sulla vicenda indaga la squadra mobile di teramo, diretta dalla vice questore Roberta Cicchetti. Momenti tragici in quell'appartamento. La pallottola gli avrebbe trapassato la testa e sarebbe poi uscita dalla mascella opposta al punto dello sparo. Un'immagine agghiacciante e cruenta, avvenuta sotto gli occhi di altri giovani, tra cui due ragazze, che hanno subito chiamato gli operatori del 118. Bisogna, tuttavia, che i possessori di fucili e pistole custodiscano le loro armi da fuoco in luoghi sicuri.

Comments