Juncker: la vittoria di Macron è una buona notizia per l'Europa

Adjust Comment Print

Juncker ha parlato ai lavori di 'The State of the Union' in un momento in cui, in Italia, ci sono polemiche per i presunti contatti tra scafisti e Ong.

"L'Italia fin dal primo giorno fa tutto ciò che può fare sulla crisi migratoria". "Ddobbiamo essere più solidali sia con l'Italia sia con la Grecia che non sono responsabili della loro posizione geografica ” ha aggiunto il numero uno di Bruxelles". Non si può dire, "noi non facciamo entrare nel nostro territorio uomini e donne di colore, e che non sono cattolici".

Con un Twitter a tempo di record il presidente della Commissione europea domenica si è congratulato con Macron per la vittoria elettorale.

"I francesi devono mostrarsi disponibili " ha commentato lunedì da Berlino, dove ha assistito alla presentazione del libro del ministro degli affari esteri tedesco, Sigmar Gabriel. Ciò, dice, "non appartiene alla natura vera dell'Europa". "Se l'Europa comincia a non rispettare le norme giuridiche in questo campo, noi saremo perduti". "Quello che adesso vogliamo è che l'Europa, nel suo insieme, presidi meglio le sue frontiere e organizzi un sistema di intervento in Africa che impedisca le ripartenze".

"Si parla di errori e mancanze e non si parla mai di successi dell'Europa, che invece sono impressionanti".

Alle parole di Juncker ha replicato Angelino Alfano: "Abbiamo messo l'Europa dalla parte giusta della storia, abbiamo realizzato un grande risultato".

Comments