Carnevali, ad Sassuolo: 'Di Francesco vuole una big. Su Pellegrini e Berardi...'

Adjust Comment Print

Se è vero che il Sassuolo spara alto (40-45 milioni), è altrettando vero che c'è già stata un'importante apertura sull'opportunità di includere nell'affare Caprari. Nei prossimi giorni ci incontreremo con la proprieta' per capire cosa si vorra' fare e le sue intenzioni. Lo ha detto Giovanni Carnevali, amministratore delegato del Sassuolo, ai microfoni de "La Politica nel Pallone" su Gr Parlamento sul futuro del tecnico Eusebio Di Francesco. E' un grande allenatore e se dovesse scegliere di cambiare non sarà per un discorso motivazionale e lo farebbe solo per società di un certo tipo. Ci farebbe davvero piacere continuare con lui anche nella prossima stagione. Abbiamo un rapporto eccezionale, Di Francesco dovra' prendere una decisione, lui sta aspettando una risposta da una societa' grande. "E' il nostro patron, è lui che decide e se dice una cosa, noi dobbiamo attenerci a quello che dice". Pellegrini è richiesto anche da club stranieri. Ora quello che succedera' a giugno non lo sappiamo, ma credo di si. "L'accordo con la Roma riguarda anche Mazzitelli, poi dobbiamo vedere Ricci, i rapporti sono ottimi e intendiamo mantenerli tali". "Acerbi? Per noi credo sia uno degli elementi più importanti, un ragazzo straordinario, una delle nostre bandiere". "Degli errori arbitrali preferirei non parlare ma ce ne sono stati molti che ci hanno penalizzato, soprattutto nei momenti piu' determinanti, ma abbiamo raccolto un buon bagaglio d'esperienza per guardare a un futuro importante".

LA STAGIONE - "Ci sono state varie situazioni, probabilmente non abbiamo giocatori che erano preparati per la doppia competizione".

Nonostante non sia riuscito a replicare il sesto posto ottenuto lo scorso campionato, la stagione del Sassuolo può comunque considerarsi positiva dal momento che ha disputato la fase a gironi dell'Europa League e conquistato la salvezza matematica a quattro gare dal termine del torneo.

Comments