Benatia, ecco il comunicato RAI: 'Frasi razziste non pronunciate da dipendenti'

Adjust Comment Print

Il giorno dopo il pari nel derby col Torino, ottenutograzie ad una prodezza di Higuain nel finale, Medhi Benatiaguarda già ai prossimi impegni della Juventus.

La vicenda relativa al difensore della Juventus Benatia si è registrata in diretta tv mentre il giocatore stava rilasciando un'intervista quando a un certo punto sente un insulto nei suoi confronti in cuffia.

Nel seguente video si sente - molto basso - qualcuno che in onda pronuncia la parola "marocchino" e poi qualcosa di incomprensibile. Chi sta parlando?". "Ci sono interferenze, continui pure. Benatia decide di lasciare immediatamente la postazione e, stando a quanto riportato dall'ufficio stampa bianconero, l'offesa in questione sarebbe stata: "Marocchino di m...a".

Insomma, il club bianconero, respinge al mittente ogni addebito, nel senso che seppur la produzione dei servizi all'interno dello Stadium sia nelle mani della stessa Juve, la linea audio attraverso la quale è stato veicolato l'insulto a Benatia, sarebbe gestita direttamente dalla Rai, sede di Milano.

Anche Mihalojvic accusa di essere stato bersagliato di insulti, in questo caso dalla curva bianconera: "Parliamo tanto di razzismo in Italia, ma non più solo bianco o nero. La ricerca andrà comunque avanti ma vista la gravità dell'accaduto Rai porge intanto la sua piena e totale solidarietà al calciatore e alla società per cui è tesserato", conclude il comunicato. Anche zingaro, o serbo, di m... "L'ho visto io, come il quarto uomo: ha preso la palla pulita, non ci vuole un ingegnere nucleare".

Comments