Terni, operazione Spada, agli arresti domiciliari Sindaco e Assessore

Adjust Comment Print

Certo è che, adesso - ha aggiunto Cecconi - dal sindaco e dal suo fido assessore ai lavori pubblici, anche un bambino si aspetta un sola cosa: "che facciano quello che noi gli avevamo suggerito di fare già da mesi, quello che - fatto ieri - sarebbe stato più onesto ed oggi appare comunque imprescindibile, ovvero andarsene, dimettersi, occuparsi del processo, visto che nessuno può governare "da casa" senza poterne uscire ed avere altri contatti se non con i familiari stretti".

Di Girolamo, che ricopre la carica di sindaco di Terni dal 2009, non è di certo nuovo a inchieste che lo coinvolgono in prima persona. "L'amministrazione comunale ha favorito sempre le medesime cooperative facendo ricorso, alternativamente e ingiustificatamente, dapprima alla proroga degli appalti di servizio scaduti, così come poi alla procedura in economia e/o all'affidamento diretto, anziché bandire una gara nuova, adducendo motivazioni apparenti e pretestuose, sempre attraverso il frazionamento dei lavori in piccole commesse tali da eludere la norma primaria.". E con le stesse cooperative, quegli stessi indagati ancora nel pieno delle proprie funzioni, dovrebbero continuare ad avere rapporti. A due componenti di cooperative sociali di tipo B (quelle che gestiscono attività finalizzate all'inserimento lavorativo di persone svantaggiate) è stato invece applicato il divieto temporaneo di esercizio dall'attività d'impresa.

Problema politico Insomma, tanto per non girarci troppo intorno: il problema politico si pone, eccome. Ma la richiesta che da tutti coloro che non appoggiano la maggioranza che governa la città è una sola: le dimissioni.

Le dimissioni del Sindaco, apriranno la porta del commissariamento ponte fino alle prossime elezioni. L'assessore arrestato è Stefano Bucari. Sosteniamo, infine, la scelta del gruppo consiliare e della maggioranza di proseguire il lavoro amministrativo per il senso di responsabilità che da sempre caratterizza l'impegno del Partito Democratico per la città. Attualmente i due esponenti politici sono agli arresti domiciliari.

Comments