"Maternità" dal 4 maggio le domande per il bonus da 800 euro

Adjust Comment Print

L'importo sarà di €800 e sarà concesso una sola volta in un'unica soluzione per ogni figlio nato adottato o affidato.

Potranno richiedere il bonus le cittadine italiana, comunitarie, le donne provviste dello status di rifugiate politiche o del permesso di soggiorno di lungo periodo dell'Unione Europea.

REQUISITI PER LA DOMANDA- La domanda, specifica l'Inps, può essere presentata a decorrere dal 4 maggio 2017, per gli eventi verificatisi a partire dal 1° gennaio 2017, e "improrogabilmente entro un anno dal verificarsi dell'evento nascita/adozione".

Nella circolare 78/2017, che trovate allegata a fondo articolo, si può trovare anche l'elenco dei documenti necessari da allegare alla domanda telematica.

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE TELEMATICA - La domanda deve essere presentata all'Inps esclusivamente in via telematicamediante una delle seguenti modalità: via internet, Servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN dispositivo attraverso il portale dell'Istituto (www.inps.it Servizi on line servizi per il cittadino autenticazione con il PIN dispositivo domanda di prestazioni a sostegno del reddito premio alla nascita); Contact Center Integrato - numero verde 803.164 (numero gratuito da rete fissa) o numero 06 164.164 (numero da rete mobile con tariffazione a carico dell'utenza chiamante); Enti di Patronato - attraverso i servizi offerti dagli stessi.

Chi chiede ili bonus dovrà dimostrare la gravidanza o il parto per il quale chiede il bonus stesso. Le madri extracomunitare in possesso del permesso di soggiorno dovranno, sempre attraverso un'autocertificazione, inserire gli estremi del documento nella domanda telematica. 22 della legge 184/1983), altrimenti vanno forniti gli elementi che consentano all'Inps dil reperirlo (sezione del Tribunale, data di deposito in cancelleria ed il relativo numero). Nel caso di gravidanze dopo il 7° mese, nascite, affidamenti e adozioni avvenuti tra il 1 gennaio 2017 e il 4 maggio, per il conteggio dell'anno si prende a riferimento la data del 4 maggio. Vediamo cos'è, gli importi e i requisiti necessari per il bonus mamme domani. Questo Bonus è stato determinato nella misura di 800 euro una tantum quale supporto economico alle future mamme per far fronte alle spese relative alla nascita di un figlio ma non finalizzato specificamente. Il sussidio è stato introdotto dalla legge di bilancio 2017 e corrisponde in 800 euro previsti per la nascita di un figlio o l'adozione di un minore. C'è anche un'altra opzione possibile: ovvero, se si è già presentata una domanda all'Inps per un'altra prestazione (ad esempio, maternità difficile con esenzione dal lavoro) basta indicare all'Inps che si è già certificata la gravidanza per la pratica precedente.

Il Bonus mamma domani ha una scadenza. Se la domanda è presentata a parto già avvenuto, la madre dovrà autocertificare il codice fiscale del bambino.

Il premio verrà pagato dall'Inps nelle modalità indicate dal richiedente nella domanda (ossia tramite bonifico domiciliato; accredito su conto corrente; libretto postale; carta prepagata con Iban) su mezzo intestato allo stesso.

Comments