Derby, il Benevento fa lezione di storia e di calcio

Adjust Comment Print

La squadra di Novellino, invece, non si allontana dalle zone caldissime della classifica continuando ad occupare l'ultima posizione buona per la salvezza diretta con un solo punto sulla zona playout e cinque dalla retrocessione diretta. La prima di queste, nel primo tempo, capita sui piedi di Viola, che non sfrutta a dovere un rimpallo in area e di sinistro grazia Radunovic.

Il Benevento Calcio torna alla vittoria nel giorno più importante.

Il Benevento supera l'Avellino nel derby campano della 39esima giornata del campionato di Serie B: finisce 2-1 a favore della squadra di Baroni al termine di una gara davvero equilibrata. Sono invece gli irpini a sfiorare il raddoppio: all'82' Dragone si coordina alla perfezione, liberando un tiro al volo che sfiora il palo di un Volzone che non sarebbe mai potuto arrivare sulla conclusione del numero 3 ospite. Bidaoui dall'altra parte del campo appena entrato crea scompiglio nell'area giallorossa: Cragno respinge il tiro, poi il tiro di Eusepi è rimpallato da un difensore. Per gli uomini di Novellino, l'unica occasione nei primi 45 minuti capita sul destro di Lasik, che non sfrutta a dovere un'incerta uscita di Cragno e, dal limite, conclude fuori di poco. A disposizione: Gori, Del Pinto, Pajac, Padlla, De Falco, Matera.

BENEVENTO (4-2-3-1): Cragno; Venuti, Camporese, Lucioni, Lopez (65' Pezzi); Chibsah, Viola; Ciciretti (44' Puscas), Falco, Eramo; Ceravolo (75' Gyamfi).

Avellino (4-4-2): Radunovic; Laverone, Jidayi, Djimsiti (64' Asmah), Perrotta; Lasik (51' Bidaoui), Omeonga, Moretti, D'Angelo; Eusepi (76' Camarà), Ardemagni. Un minuto dopo ancora il portiere serbo si rende protagonista grazie ad una gran parata su botta di Ceravolo.

Ad inizio secondo tempo, Ceravolo trova il gol con un bel colpo di testa sul perfetto cross di Falco: il "Vigorito" esplode e i playoff sembrano ormai presi definitivamente. I tre punti servono più al Benevento che all'Avellino, che infatti è favorito, ma il derby è derby.

Comments